"Mi manda tuo genero", zuffa tra consigliere e il suocero del sindaco di Trani

TRANI di Redazione AntennaSud

 

Dopo gli insulti sono venuti alle mani. Protagonisti il suocero del sindaco di Trani Bottàro e il consigliere d'opposizione Lima, che accusa il primo cittadino di aver favorito il supermercato del suocero per un'iniziativa natalizia del Comune.

 

 

Una precisazione ed una rettifica per il servizio andato in onda ieri sul diverbio nato tra un consigliere comunale e il suocero del sindaco. Nella vicenda non è in alcun modo coinvolto il primo cittadino, come erroneamente riportato nel servizio, poichè lo stesso quando è accaduto il fatto era a Roma per impegni istituzionali. Le dinamiche dell'episodio - fa sapere il Comune di Trani - sono ancora in fase di accertamento da parte delle forze dell’ordine. Quanto alla vicenda che ha scatenato il diverbio, l’erogazione dei buoni natale per le famiglie in difficoltà, disposti dalla Amministrazione, e avvenuta attraverso regolari procedure. Il Comune aveva affidato l’intera gestione del servizio ad un soggetto terzo qualificato che a sua volta aveva provveduto ad invitare alla partecipazione la quasi totalità delle strutture commerciali presenti a Trani. Di queste solo 3 avevano aderito. Il sindaco, a margine della vicenda, ha espresso ferma condanna. Il protagonista della vicenda, ricordiamo,  è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Raimondo Lima. Su Facebook ha accusato il sindaco, Amedeo Bottaro, a capo di una giunta di centrosinistra, di diversi episodi di presunte parentopoli, fra cui l'iniziativa  natalizia per la quale, secondo Lima, il Comune avrebbe erogato al supermercato del suocero del primo cittadino diverse migliaia di euro in buoni spesa per famiglie indigenti.