Ponte asse nord-sud: visita di Decaro, l'inaugurazione a giugno

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Il sindaco di Bari Antonio Decaro e ilpresidente della Regione Puglia, Michele Emiliano hanno assistito alle operazioni di montaggio della quarta e ultima trave del ponte dell'asse nord-sud, che ha completato la struttura metallica dell'opera.

 

Terminata l'installazione della struttura metallica del ponte per giugno 2016 i lavori dovrebbero essere al completo, per poi procedere ai collaudi necessari all'apertura dell'asse viario e al suo utilizzo. Un ponte che il sindaco Decaro intende dedicare alla Città metropolitana di Bari poichè è una struttura che rappresenta il passaggio e l'unione tra due punti. Un'opera considerata grandiosa, è il simbolo del passaggio istituzionale della città di Bari a città metropolitana e quindi rappresenta plasticamente l'unione tra 41 comuni dell'area metropolitana barese nella visione del futuro. Le operazioni di montaggio delle quattro grandi travi  - da 45 metri ciascuna - che completano la struttura metallica del ponte sull'asse nord-sud  sono cominciate venerdì scorso. Il ponte che collegherà vi Tatarella con via Nazariantz nella città di Bari è uno dei pochi ponti strallati a pila sghemba del mondo ed è il più lungo del mezzogiorno d'Italia in ambito urbano. La struttura è sospesa a dieci metri d'altezza, ed è lunga 626 metri: la sezione steradale sarà larga 25 metri e mezzo, con ulteriori 2 metri e mezzo riservati alla pista ciclopedonale. Al centro sarà posizionato uno strallo di 225 metri dove convergeranno i cavi in acciaio che terranno sospeso il ponte. Il pilone centrale alto 78 metri rappresenta l'elemento fondamentale della struttura, nonchè quello più spettacolare. Per l'opera sono stati stanziati 32 milioni di euro derivanti da fondi Cipe e della Regione Puglia.