Il Crotone espugna il San Nicola

BARI di Redazione AntennaSud

 

Disfatta dei galletti nell'anticipo di venerdì scorso. Il Crotone espugna il San Nicola, sfruttando le solite ingenuità difensive del Bari. Per biancorossi magro bottino di quattro punti in altrettante partite.

Rocambolesca sconfitta per i biancorossi nell’anticipo di venerdì sera contro il sempre più sorprendente Crotone. I ragazzi guidati dal tecnico Camplone riescono nel finale di gara, complice una difesa non all'altezza, a regalare letteralmente i tre punti ai calabresi.
Il Crotone trova subito il gol al terzo minuto. Ancora una volta a punire i biancorossi è una disattenzione difensiva. Su cross dalla destra destinato sul secondo palo, Donkor si accentra lasciando completamente libero Martella che ha tutto il tempo di stoppare e di superare Guarna con un bolide di controbalzo. I biancorossi tentano una reazione, sfiorando la via del gol in più occasioni con Maniero e De Luca, ma c’è molta confusione, specie in fase difensiva. Sulla destra Donkor soffre gli attacchi calabresi con Budimir, l’ex Stoian e Zampano e si fa prendere dal nervosismo rischiando in più occasioni l’espulsione.
Nella ripresa Camplone fa esordire Cissokho per Jakimovski. Il Bari parte con un piglio diverso, e trova il pareggio dopo otto minuti con Maniero che ribadisce in rete una respinta di Cordaz su tiro di potenza di Valiani. L’esultanza della punta del Bari è polemica e zittisce qualcuno, forse quei tifosi che avevano cominciato a criticarlo. Cresce la squadra di Camplone, e passa in vantaggio. Il merito è tutto di De Luca che insiste con un’azione personale sulla sinistra, entra in area di rigore e finta il cross al centro. Balasa lo atterra e l’arbitro fischia il rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso De Luca che non sbaglia e porta il Bari in vantaggio 2-1.
Al 38’ cambiano le sorti della gara: pasticcio di Donkor che con un retropassaggio serve in area Budimir. Guarna travolge il centravanti dei calabresi. Rigore e rosso per il portiere del Bari. In porta è costretto ad andare Maniero, dato che Camplone ha esaurito i cambi. Ma l’attaccante del Bari, guantoni alle mani, nulla può sul rigore di Torromino. La disfatta si concretizza in pieno recupero quando il Crotone firma il sorpasso su azione d’angolo. Prima Maniero salva con i piedi su Budimir, ma sulla respinta è lo stesso centravanti a bucare la porta del Bari per il definitivo 3-2. Una partita assurda, in cui sono stati determinanti le solite disattenzioni difensive.
Nonostante il cambio in panchina, i biancorossi continuano a tenere un andamento lento in campionato: quattro punti in quattro partite rappresentano un magro bottino per una squadra costretta a rincorrere e recuperare distanze oggi non più colmabili con le prime. Di vero c'è che la squadra gioca meglio rispetto ai mesi scorsi e i meriti non possono che essere di mister Camplone, medico curante di un paziente che, però, resta ancora convalescente.