Capone: "Puglia come nuova Silicon Valley"

BARI di Redazione AntennaSud

 

La Puglia corre veloce verso il 2025: in sei mesi quasi 900 milioni di investimenti attivati, di cui quasi 400 milioni solo con i contratti di programma. Numeri ufficializzati dall'assessore regionale allo sviluppo economico, Loredana Capone, nella presentazione barese del suo "Diario di bordo".

Investire su innovazione e internazionalizzazione funziona. Lo dicono i dati: in sei mesi - da giungo 2015 a gennaio 2016 - alla Regione Puglia risultano pervenute, solo per lo strumento dei Contratti di Programma, 14 istanze di finanziamento per un ammontare che sfiora i 400 milioni di euro (397 milioni 352mila per la precisione), di cui 243 milioni di investimenti esteri.
Se si considerano anche tutti gli incentivi attivati nella nuova programmazione 2014-2020, la somma arriva a quasi 900 milioni di euro. Numeri che porteranno la Puglia verso il 2025. A renderli noti è stata Loredana Capone, assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, alla presentazione barese del suo “Diario di bordo” che si è tenuta venerdì scorso a Bari, nell'Aula magna "Aldo Cossu" dell'Ateneo.
All'appuntamento sono intervenuti il governatore Michele Emiliano, il rettore dell'Università di Bari Antonio Felice Uricchio, il professor Federico Pirro dell'Università di Bari, il presidente del CNR Luigi Nicolais, il professor Alessandro Sannino dell'Università del Salento. Presenti anche i direttori dei dipartimenti dell'Università degli Studi di Bari, i vertici di Confindustria, Confcommercio, della Camera di Commercio di Bari e delle maggiori imprese pugliesi, i rappresentanti delle sigle sindacali, i presidenti dei distretti regionali tecnologici e produttivi. Una platea altamente qualificata che non ha lesinato commenti entusiastici e parole di fiducia.