Bisceglie: boom tessere Pd, il Presidente Spina stacca la corrente al Centrodestra

BISCEGLIE  di Redazione AntennaSud 

 

Siamo molto attenti alla questione morale. Se ci sono iscritti la cui condotta morale non è specchiata, non entreranno nel Pd. Lo ha assicurato il presidente Emiliano segretario regionale dimissionario del partito in riferimento al caso politico del tesseramento in massa chiesto a Bisceglie con a capo il presidente della Provincia Francesco Spina. 

 

Le richieste di iscrizione al Pd inoltrate online dal sindaco di centrodestra di Bisceglie, Francesco Spina che è anche presidente della Provincia Bat, pervenute dalla sua giunta e da diversi dipendenti e consiglieri comunali, sono all'incirca 360. Due giorni fa il circolo del Pd di Bisceglie è stato commissariato. La tessera - ha precisato Emiliano - non l'ha ottenuta ancora nessuno e non è detto che quelle persone che hanno fatto l'iscrizione online verranno tesserate. Il Pd da sempre - ha aggiunto - non è fondato sulla cooptazione com'era una volta il partitocomunista o la democrazia cristiana. Chiunque si può iscrivere ma esistono regole precise che rendono più complicata l'adesione di chi svolge attività amministrativa con il Pd all'opposizione. Quindi lascia queste discussioni all'accordo politico. Lì non ci sonoa utomatismi. Quanto al fatto che il Pd a Bisceglie sia all'opposizione per Emiliano è assolutamente normale in quanto anche Sel è rimasta all'opposizione di alcune amministrazioni guidate dai democratici. In definitiva Ncd è in maggioranza al governo locale, mentre qui in Puglia è all'opposizione. Ogni livello di governo ha la sua autonomia.  Intanto a Bisceglie le acque continuano a muoversi. Il presidente della Provincia Spina si presenterà dimissionario alla riunione odierna del Consiglio Provinciale, insieme a sei dei sette consiglieri provinciali di maggioranza che hanno rimesso le deleghe nelle mani dello stesso presidente.