Bisceglie, Spina si tessera con altri 400 di centrodestra nel Pd

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Al peggio non c'è mai limite. Così come in politica i cambi di casacca sono molto frequenti, con migrazioni o transumanze.  da una parte all'altra. E' successo per lady preferenze, al secolo Anita Maurodinoia, che dopo aver abbandonato Schittulli è approdata nel Pd per poi dar vita ad una formazione di centro-sinistra. 

La storia dei cambi di casacca viene riportata nientemeno che dall'Huffinghton post che narra il caso Bisceglie. Un articolo che ripercorre le vicende politiche e la folgorante carriera del sindaco Spina che di passaggi e di salti della quaglia ne ha fatti davvero tanti. Dal Ccd di Pierferdi a Forza Italia, per passare poi attraverso l'Udc di Pierferdinando Casini fino ad approdare alla Puglia Prima di Tutto di fittiana memoria. Alla fine del viaggio del mondo in 80 giorni, Spina diventa anche presidente della Provincia Bat, ma nel centrodestra. Ultimo passaggio il beato transito in soccorso di Emiliano alla conquista delle Regione. Ma la vicenda ultime, e molto più fresca, rischia di mettere nei guai il partito democratico regionale. Secondo le indiscrezioni riportate dal quotidiano che sarebbe in possesso di documenti scottanti, sembra che a Bisceglie ci sia stato un vero e proprio boom di tessere. Un vero e proprio record che vede vicesindaco, consiglieri e assessori della maggioranza di centrodestra. Nell'elenco della spesa Spina non si fa mancare nulla a quanto pare. C'è un detenuto, ci sono tutti i dipendenti comunali e dirigenti. Non manca quasi nessuno nel pacchetto tessere che ha come riferimento un unico numero di cellulare. Emiliano non sarebbe mai stato messo al corrente della strana operazione. Sta di fatto che il tesseramento online dovrà passare al  vaglio dei responsabili romani. Va da sè che il centrodestra entra nel Pd. Cose dell'altro mondo.