De Bartolomeo scende dal "carrozzone" Asi e chiede a Emiliano una nuova governance

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Non c'è stata risposta alla richiesta di discontinuità con il passato e soprattutto di dar vita ad una nuova governance dell'area di sviluppo industriale di Bari-Modugno: per questa ragione il presidente di Confindustria Bari e Bat. Domenico De Bartolomeo ha rassegnato le dimissioni dalconsigliodi amministrazione dell'Asi e dal Cda della'Asi spa. 

 

Che il Consorzio Asi fosse uno degli antichi carrozzoni usati dalla politica per regalare poltrone e denaro, se ne deve essere accorto anche il presidente di Confindustria Bari, De Bartolomeo che ha presentato le dimissioni.  Dimissioni cui ha fatto seguito la richiesta alla politica di mettere mano alle legge regionale per dar vita ad un organismo più snello e rappresentativo del mondo imprenditoriale.   La riorganizzazione della governance Asi è indispensabile - ha spiegato De Bartolomeo -  che ha chiesto anche lo scioglimento di Asi Spa, la società che si occupa della fornitura di servizi nell'area industriale. Non è un abbandono, ha spiegato il presidente di Confindustria  Bari, ma un tentativo di rilancio. Al suo posto ci sarà un nuovo componente che avrà alle spalle comitato di indirizzo rappresentante Confindustria e due associazioni, Impresa più Impresa rappresentata da Paolo Bevilacqua e Associazione Imprenditori di Molfetta, rappresentata da Loredana Lezoche. Confindutria ha inviato una lettera al presidente della Regione, Emiliano nella quale si chiede la liquidazione di Asi spa, la riorganizzazione del Consorzio e la modifica della legge regionale prevedendo che il comitato sia reso stabile nella nuova riorganizzazione e che ci sia un amministratore unico espressione della parte industriale. Una gestione snella dunque che passi attraverso l'azzeramento delle attuali cariche e la nomina di un traghettatore sino alla definizione delle nuove norme. Ad oggi il costo base del personale è di 2,5  milioni annui e se non si vendono terreni per pari quota nei prossimi anni saranno dolori.