Autorità portuali, Decaro scrive ai sindaci delusi:"Incontriamoci" 

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

 

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, all'indomani della decisione del governo di riconoscere Bari e Taranto come sedi di autorità portuali in Puglia ha scritto ai sindaci di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli chiedendo loro un incontro. 

Decaro incassa la vittoria. Bari e Taranto saranno le sedi delle autorità portuali come peraltro ipotizzato qualche mese fa dal ministro Graziano Del Rio. La decisione ha provocato le reazioni di Brindisi che proprio qualche giorno fa proponeva in alternativa l'istituzione di una ulteriore autorità portuale nel proprio capoluogo non escludendo la possibilità di impugnare il decreto subito dopo la conferenza Stato-regioni e i successivi passaggi nelle commissioni parlamentari. A gettare acqua sul fuoco è intervenuto il sindaco di Bari il quale, presa carta e penna, ha chiesto un incontro ai sindaci di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. L'istituzione delle autorità di sistema portuale - afferma il primo cittadino - richiama direttamente la responsabilità dei sindaci a confrontarsi  su un modello di governance che sia in grado di superare le divisioni territoriali. Abbiamo l'occasione, spiega Decaro, per definire e immaginare insieme un'unica banchina dal Gargano al Salento che coniughi in un solo disegno strategico tutti i principali porti della Puglia orientale per dare attuazione alle politiche di sviluppo dei nostri territori, in coerenza con la pianificazione europea. In questa direzione si stanno muovendo con anticipo Confindustria Bari e quella di Brindisi per dare vita ad un progetto di fusione il cui obiettivo tende a migliorare la rete dei servizi rivolti alle imprese e che dunque si integri con il sistema portuale dell'intera regione.