Liberiamoci dall'amianto con Puglia Ethernit Free

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Incentivare la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto. Questi, in sintesi, gli obiettivi del bando indetto dalla Città Metropolitana di Bari per l’assegnazione di contributi finalizzati a rimuovere la fibra killer dal territorio dell’area metropolitana.  

 

L’iniziativa è in linea con la campagna regionale di informazione sul rischio amianto denominata “Puglia Eternit Free” promossa dall’associazione ambientalista e mirata alla rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole. «Il bando promosso dalla Città metropolitana  è un’opportunità da non perdere perché dà la possibilità ai cittadini di usufruire di fondi pubblici per la rimozione dell’amianto. Previsto un contributo massimo di 10 mila euro per un finanziamento totale a disposizione di oltre 440 mila euro. L’iniziativa si collega al Piano strategico che punta su aspetti fondamentali quali la tutela e la salvaguardia dell’ambiente inteso come sviluppo del territorio e del turismo e l’innovazione tecnologica, la ricerca e la promozione dei talenti». Al programma Puglia Ethernit Free hanno aderito già 72 Comuni pugliesi. Ma la regione è in forte ritardo sul fronte delle bonifiche.  

Potranno beneficiare del contributo soggetti privati, proprietari o amministratori/affittuari che intendono procedere alla bonifica di immobili contaminati da amianto ricadenti nell’area della Città Metropolitana di Bari. Il contributo assegnato copre l’80% della spesa complessiva. Tuttavia a fondo perduto, è riconosciuto un contributo per un importo massimo di diecimila euro.  Scadenza delle domane il 29 gennaio prossimo.