Rifiuti Zero, Emiliano: "Non solo uno slogan"

MANFREDONIA di Redazione AntennaSud

 

Rifiuti Zero. Secondo il governatore Emiliano un obiettivo alla portata della Puglia, anche se difficile, che deve passare dalla costruzione di una filiera industriale del riciclo.

Essere credibile non solo sulla questione trivelle, ma su tutti i temi di forte impatto sull'ambiente, a cominciare dalla depurazione delle acque e dal ciclo dei rifiuti: questo l'orientamento della Regione Puglia, dichiarato ieri a Manfredonia dal governatore Michele Emiliano, in occasione dell'iniziativa no triv, per ribadire il no alla
ricerca di petrolio al largo delle isole Tremiti.
"La legge regionale sui rifiuti zero va realizzata", ha detto Emiliano. “La raccolta differenziata ha un suo punto chiave che va affrontato ed è relativo alla filiera del riutilizzo”, ha aggiunto.
“Su questo tema noi giochiamo una partita nella quale o riscriviamo le regole del gioco e restituiamo a ciascuno il suo ruolo, oppure falliremo tutti. Nel nostro programma di governo, costruito dal basso, abbiamo voluto scrivere “strategia rifiuti zero” non per un capriccio ideologico, ma perché convinti che è un obiettivo impegnativo, ma alla nostra portata. Dobbiamo però, al momento, fare i conti con l’attuale sistema che, tecnicamente, è in emergenza. La Puglia - ha ammesso il governatore - è in emergenza rifiuti. Non abbiamo chiuso il ciclo, abbiamo una situazione critica, nonostante gli inceneritori e le discariche quasi tutte al limite della regolarità”.
“Occorre costruire qui a casa nostra, e non a mille chilometri di distanza, una filiera industriale del riciclo. Serve una cultura di tipo industriale per dire ai nostri imprenditori che si occupano di rifiuti, che possono cambiare l’oggetto del loro business lavorando in direzione della strategia rifiuti zero”, ha concluso.