Accordo FdL-Fiere Bologna e Ferrara, firma entro febbraio

BARI di Redazione AntennaSud

 

La nuova società che gestirà la Fiera del Levante dovrebbe nascere entro febbraio. Alle fiere di Bologna e Ferrara spetterà il 20%, e alla Camera di Commercio di Bari l'80%. La loro mission sarà testare nuove fiere tematiche nel corso della campionaria di settembre, per poi organizzarle in modo autonomo.

Entro febbraio Bologna e Ferrara Fiere dovrebbero acquisire un quinto della Fiera del Levante di Bari. Il restante 80 per cento sarà in mano alla Camera di Commercio di Bari. Le fiere emiliane nomineranno il direttore generale, mentre la Camera di Commercio barese il presidente, quasi certamente il suo numero uno Sandro Ambrosi. 
La nuova società, che gestirà la Fiera di Bari per 60 anni, avrà il compito di creare nuove fiere tematiche che saranno prima testate nel corso della campionaria di settembre, e poi avranno vita autonoma.
I padiglioni concessi in locazione resteranno aperti al pubblico. Nelle scelte strategiche, ossia sui settori da coltivare, avrà voce in capitolo anche la Regione Puglia.
In incubazione Levante Beauty, salone dedicato alla bellezza e alla cura del corpo sul modello del collaudato Cosmoprof di Bologna, e le Fiere della Nautica, degli Hobby e dei Fumetti. Poi a settembre la seconda edizione di Oasi (salone dedicato all'olivo, ambiente, salute e innovazione), e in autunno Promessi Sposi, Medimex e Bici in Puglia. In cantiere anche le Fiere di Antiquariato, Macelleria e Droni.