Trivelle alle Tremiti, per Emiliano il piano è illegittimo. Linea dura del Governatore pugliese

FOGGIA  di Redazione AntennaSud 

 

''Qui stiamo sostanzialmente dicendo al governo, sia pure con garbo, che non ci ha fatto capire qual è la sua linea politica. Se loro pensano che la ricerca di idrocarburi sia una delle soluzioni della crisi italiana, lo devono dire e dopodiché noi valuteremo come abbiamo già fatto, se fare il referendum, iniziative politiche, dibattiti dentro il Pd''. 

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine di una riunione tra sindaci dei comuni garganici per individuare strategie comuni da adottare contro la decisione di autorizzare la multinazionale Petrolceltic a trivellare a largo delle isole Tremiti.  ''Quello che non può accadere – ha proseguito Emiliano – è che tutta questa storia venga gestita negli uffici come se fossero delle pratiche burocratiche. Sulle isole Tremiti è stato peraltro emesso un provvedimento secondo me pieno di illegittimità. Quindi noi stiamo aspettando che il governo ci faccia sapere se la nostra richiesta di ritiro verrà accolta o meno, una richiesta che peraltro è stata sostenuta da tutti i deputati pugliesi e di questo non posso che ringraziarli". "Ci auguriamo che finalmente il governo, visto che i presidenti delle Regioni sono eletti - ha concludo Emiliano - si sieda ad un tavolo per discutere con noi della politica energetica, nella parte in cui questa riguarda le Regioni. E’ una richiesta provocatoria? Stiamo facendo questo per ragioni strane? No, è una banalissima richiesta''.