Taranto, Peacelink al sindaco: "Eccesso tumori non legato al traffico"

TARANTO  di Redazione AntennaSud 

 

"Il sindaco è un pediatra, e lui sa bene che c'è un eccesso di tumori tra i bambini di Taranto del 54%: è tutta colpa del traffico? Se il problema fosse il traffico, come mai i provvedimenti scattano quando il vento proviene proprio dalla zona dell'Ilva?". 

Lo sottolinea il presidente di Peacelink Taranto, Alessandro Marescotti riferendosi alle misure di precauzione disposte dal sindaco di Taranto, Ippazio Stefano per la giornata di domani, 'Wind day', in cui è previsto vento intenso proveniente da nord ovest-area industriale. Gli accorgimenti riguardano limitazioni al traffico nel rione Tamburi e l'osservanza del decalogo dell'Asl (apertura e chiusura delle finestre in determinati orari) riservata soprattutto a cardiopatici, asmatici, anziani e bambini. L'associazione ambientalista fa notare che "il sindaco di Taranto si muove dopo l'annuncio di Peacelink di portare ai carabinieri tutti i dati sui Wind Days e sui picchi di inquinamento correlati" e che "il sindaco vuole che la città si adegui alle emissioni dell'Ilva, ma non interviene sulla fonte emissiva".