Xylella, il M5s chiede Commissione d'inchiesta parlamentare

ROMA  di Redazione AntennaSud

 

L'istituzione di una commissione d'inchiesta parlamentare sulla diffusione del batterio della Xylella fastidiosa nei territori della Puglia è stata chiesta al Senato dal Movimento 5 Stelle per fare luce su una serie di incongruenze e lacune sulla gestione della "presunta emergenza" fitosanitaria che stanno emergendo grazie anche all'azione della magistratura di Lecce.

 

Lo ha annunciato in conferenza stampa la senatrice salentina Daniela Donno, capogruppo dei pentastellati in commissione agricoltura. Si tratta per la senatrice di una "presunta emergenza". E a chi chiama "complottisti" - i cinquestelle rispondono che il vero complotto lo hanno organizzato altri che nulla hanno a che vedere con la tutela di un patrimonio monumentale e secolare, gli ulivi di Puglia, veri e propri monumenti di biodiversità. Come parlamentari di opposizione il M5S segnala che il governo invece di salvaguardare beni pubblici ha dimostrato molteplici errori di valutazione e false comunicazioni all'Unione Europea, una falsa rappresentazione all'Ue che rivela gravi responsabilità politiche amministrative ed omissive di controllo da parte del ministro Martina. Con la richiesta di avvio diuna Commissione di inchiesta parlamentare al Senato il Movimento chiede che emerga la verità per quella che è diventata una mattanza degli ulivi pugliesi.