Progetto scuola, con Ferrotramviaria i bambini imparano la mobilità sostenibile

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Con il Progetto Scuola, partito questa mattina, la Ferrotramviaria, società che gestisce i collegamenti ferroviari tra Bari e Barletta da cinquant'anni, punta ad educare mille bambini di quinta elementare all'utilizzo del trasporto pubblico locale, comodo e sostenibile.

 

Circa un migliaio di alunni di quinta elementare di sette istituti scolastici, uno per ciascun Comune servito dalle Ferrovie del Nord Barese (Bari, Bitonto, Ruvo, Terlizzi, Corato, Andria e Barletta); una quarantina di classi impegnate; e poi tanti appuntamenti fino ad aprile prossimo, a cominciare dalla mostra fotografica inaugurata oggi. Sono i numeri di Progetto Scuola, l’iniziativa di Ferrotramviaria presentata questa mattina all’aeroporto internazionale “Karol Wojtyla” di Bari Palese. 

Presenti l’assessore alla Mobilità e trasporti della Regione Puglia Giovanni Giannini, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente di Ferrotramviaria Gloria Pasquini e il direttore generale Massimo Nitti.

Un progetto molto caro a Ferrotramviaria, non a caso riservato ai bambini delle primarie dei sette Comuni serviti, individuate dall’Ufficio Scolastico Regionale. L’intento è promuovere la mobilità sostenibile, spiegando di cosa si tratta e creando un rapporto saldo e consapevole tra i cittadini-viaggiatori del futuro e il servizio pubblico. Per dimostrare con i fatti che, al contrario dei soliti luoghi comuni, anche il trasporto pubblico locale può offrire un servizio comodo, confortevole ed efficiente. 

Agli alunni, attraverso le foto della mostra appositamente allestita, viene anche spiegata la storia del collegamento ferroviario Bari-Barletta, che ha festeggiato l'anno scorso il mezzo secolo di servizio.

Alcune scolaresche della “Mazzini” di Bari hanno raggiunto l'aeroporto a bordo del treno delle Ferrovie del Nord Barese partito dalla stazione di Bari centrale, in modo da “toccare con mano” il servizio offerto e la sua utilità. 

Nelle prossime settimane toccherà, secondo calendario, alle scolaresche degli altri Comuni, che partendo dalle rispettive stazioni raggiungeranno, anche loro in treno, l’aeroporto.