Ryanair, Emiliano: "Non sospenderemo i voli"

BARI di redazione AntennaSud

 

I voli Ryanair per e dalla Puglia non saranno sospesi. Il governatore Michele Emiliano  prova a calmare le acque agitate dopo le notizie di ieri in merito alla decisione di rinviare l'approvazione che riguarda il finanziamento alla società del gruppo Ryanair.

La rassicurazione  del governatore della Puglia, Michele Emiliano, per quanto immediata e chiara non convince però del tutto. "Non c'è e non c'è mai stata alcuna intenzione di sospendere i voli Ryanair - ha dichiarato - dopo la reazione degli albergatori alla notizia di interrompere i collegamenti dagli Aeroporti di Puglia con il vettore irlandese. Aeroporti ci ha fatto sapere di aver già pagato le società del gruppo che si occupano di trasporto e promozione turistica di Bari e Brindisi, come previsto dal contratto di trasporto e promozione turistica che nulla c'entra con i voli low cost della suddetta compagnia. Voli, dunque, che possono proseguire regolarmente alle stesse condizioni attuali". Emiliano ha così dato spiegazioni in merito alla decisione di rinviare l'approvazione della delibera che riguarda il finanziamento, per l'anno 2015, di 13,5 milioni alle società del gruppo Ryanair. La Regione ha deciso di condurre un approfondimento istruttorio e di discutere con il consiglio regionale, al quale verrà trasmessa la delibera per una "più ampia e trasparente valutazione". Il contratto fra Aeroporti di Puglia e la compagnia aerea, sulla cui regolarità indaga la Procura barese, fu sottoscritto nel 2009 e poi rinnovato nel 2014, nel corso delle due legislature della giunta di Nichi Vendola.

 "La Puglia che lavora e genera reddito con il turismo non può pensare di fare a meno dei voli Ryanair" che hanno "movimentato 3,1 milioni di passeggeri fra gli aeroporti di Bari e Brindisi, oltre la metà dei passeggeri totali e quasi l'80 per cento di quelli stranieri", fa sapere Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Puglia.