Rifiuti, nella Bat riapre la discarica di Andria

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Parliamo ora della disastrosa situazione delle discriche in Puglia, la maggior parte delle quali sono chiuse perchè colme o perchè c'è stato l'intervento della magistratura per le innumerevoli irregolarità che si riscontrano nei siti.  Non faceva eccezione la discarica di Andria che riapre dopo oltre sette mesi. 

 

I parametri sono rientrati nella norma e perciò l'11 gennaio prossimo la discarica del comune di Andria tornerà ad essere operativa, ma solo per il conferimento della porzione secca della raccolta differenziata della città. L'impianto gestito dalla Daneco era stato chiuso alla fine di maggio 2015 perchè colmo e perchè alcune analisi avevano rilevato un quantitativo di ferro in eccesso all'interno di un pozzo per la raccolta del percolato. La ditta ha fatto gli interventi necessari all'impianto fra gli altri quelli di impermeabilizzazione dei pozzi, e la discarica dopo i controlli di Arpa e tecnici regionali è risultata nuovamente in regola. La riapertura, però, non risolve la criticità ambientale nella provincia visto che l'unica discarica che con quella di Andria accoglieva rifiuti, quella di Trani, è chiusa e al centro di una inchiesta della procura e i comuni sono costretti a conferire i rifiuti altrove, con un dispendio economico maggiore che anche i cittadini contribuenti finiscono col pagare.