Mottola, Rassegna Internazionale di Pittura

MOTTOLA (Ta) di Onofrio D'Alesio

 

Bilancio più che positivo per la Rassegna Internazionale di Pittura - Città di Mottola, che, dopo aver tagliato il traguardo del mezzo secolo di vita, si è chiusa alla vigilia dell’Epifania. La serata di premiazione degli artisti partecipanti si è tenuta nel Palazzo della Cultura, alla presenza di diverse autorità civili e militari.

Solo quest’anno, oltre quattrocento gli artisti iscritti. Più di cinquecento, le opere in vetrina e quasi una trentina, le tele piazzate sul mercato, a dimostrazione che la rassegna artistica lascerà un segno nella storia culturale di Mottola e nel cuore di tutti coloro che, per anni, a vario titolo, ne hanno fatto parte. Già, perché, come detto dall’organizzatore Giovanni Rogante, con questa 50^ edizione, la rassegna chiude definitivamente.

Durante la serata la voce della cantante Sandra Speranza, accompagnata alla tastiera da Mimmo D’Elia. Per l’occasione anche un annullo filatelico su una cartolina commemorativa della mostra, realizzata da Antonio Carriero, appassionato di filatelia. Premi speciali, come da copione, riservati anche a quei cittadini che si sono distinti nel loro operato quotidiano,   volontari della Protezione Civile e del nucleo di vigilanza ambientale. All'interno della galleria, in vetrina, anche le copertine di tutti i volumi di questi 50 anni di vita della Rassegna. A realizzare quella di quest'anno, l'artista Francesco Cavallino di Noicattaro, che, a ricordo di quest’edizione, ha voluto consegnare una sua opera al sindaco Luigi Pinto.