Ceglie Messapica (BR) sul mare, anzi no

CEGLIE MESSAPICA (BR) di Maria Luisa Troisi

 

Un copia e incolla in una delibera di giunta di un altro Comune ha portato il mare nell’entroterra brindisino, a Ceglie Messapica. Un refuso, per il sindaco. Ma non è la prima volta.

Non tutti sono tenuti a sapere che Ceglie Messapica non è propriamente un paese sul mare, ma che dista dal litorale per almeno 17 km. Chi però dovrebbe saperlo sono i consiglieri comunali che hanno firmato il Documento unico di programmazione 2016-2018. L' atto di indirizzo, in pratica, con il quale l’esecutivo guidato dal sindaco Luigi Caroli ha anticipato i lavori da effettuare nel futuro prossimo, che alla voce “sviluppo e valorizzazione del turismo” parla di “riqualificazione del litorale”, “completamento della passeggiata a mare” e “miglioramento delle strutture balneari”. Un copia e incolla in una delibera di giunta di un altro Comune ha portato insomma il mare nell’entroterra brindisino, a Ceglie Messapica. Un refuso, per il primo cittadino l'errore di cui si è accorto per primo il consigliere di centrosinistra Tommaso Argentiero, che ha divulgato la notizia sulle pagine dei social. Un errore che,a  guardare le carte, non è certo il primo del genere.