Emiliano alla Gazzetta, se Renzi sbaglia sull'Ilva perde le elezioni 

BARI  di Redazione AntennaSud

 

 

"Tra due anni e mezzo ci sono le elezioni: non vorrei che errori politici già commessi in passato possano determinare una sconfitta elettorale a vantaggio di Grillo, non solo in Puglia: sbagliare sull'Ilva, per Renzi, significa perdere le elezioni nazionali". 

Lo afferma il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno. Secondo Emiliano, l'Ilva e l'Eni devono abbandonare l'utilizzo del carbone per passare al gas, facendo approdare un gasdotto in territorio brindisino. "Se Renzi si intestasse questa battaglia - aggiunge Emiliano - non solo avrebbe già vinto le elezioni del 2018 ma diventerebbe un leader internazionale e io non potrei che esserne felice. Ma se non lo facesse, perché io dovrei assecondare un progetto inutile qual è il Tap su Melendugno?". Nell'intervista, Emiliano, che è segretario del Pd pugliese anche se dimissionario dopo essere stato eletto governatore, parla anche della strategia dei Dem. "Il Pd si sta spostando a destra, ed è un errore grave, di tattica e strategia - dice - Abbandoniamo un popolo di prima classe, di persone perbene, motivate, che credono nei valori e che per questo scelgono l'opposizione aspra di Grillo, e contemporaneamente abbracciamo pezzi del centrodestra, i cui valori si sono sempre fondati sugli interessi, per raccogliere le macerie di ciò che è rimasto dopo che la cometa Berlusconi si è spenta. Una strategia folle, che sta dando l'idea di un governo che vuole solo proteggere i grandi interessi".