Calcio, per il Bari nessuna garanzia presentata dai cinesi

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

"Mi sono informato attraverso l'advisor Banca popolare di Bari e il mio socio Giancaspro: nessuno mi ha confermato che gli investitori cinesi hanno presentato i documenti richiesti": così il presidente del Bari, Gianluca Paparesta, ha commentato le voci sull'interesse per l'acquisto della società manifestato dal manager cinese Erman Cheng (Wiston Group), con il suo emissario barese Leonardo Volpicella.  Paparesta aveva invitato Cheng a presentare all'advisor la documentazione e le garanzie per aprire la trattativa, ma allo stato - secondo il massimo dirigente del Bari – queste condizioni non sono state soddisfatte dalla controparte. "Se ci fosse qualcuno disposto ad investire 120 milioni di euro per la squadra saremmo tutti felici. Al momento non ho trovato nessuno con questa disponibilità: se ci fosse, i portoni sarebbero aperti. Per ora proseguiamo con il nostro progetto, che prevede sviluppi e un centro sportivo nuovo. Su questa strada lavoriamo anche con il socio Giancaspro".