Botti di Capodanno, sequestrato oltre un quintale di fuochi d'artificio

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

 

Numerosi gli interventi operati in Puglia dalle forze dell’ordine. Sequestri a Tricase, Foggia, Molfetta e Andria. Complessivamente sequestrato oltre un quintale di fuochi pirotecnici e pericolosissime bombe carta. 

 

Numerosi chilogrammi di botti di genere proibito sono stati sequestrati in più operazioni svolte dalle forze dell’ordine nelle ultime ore in Puglia. Hanno riguardato Tricase, nel Leccese, dove i finanzieri hanno sequestrato un quintale di fuochi d’artificio, Foggia, dove la polizia ha sottoposto a sequestro 20 chilogrammi di materiale esplosivo e Molfetta dove i Militari della guardia di finanza hanno m esso i sigilli a 90 chili di botti pericolosi che erano stati nascosti in più punti della città, anche in cassonetti dei rifiuti e tra i cespugli. A Tricase il sequestro è avvenuto in un capannone adibito a store commerciale gestito da un uomo di nazionalità cinese dove il materiale pirotecnico veniva venduto senza autorizzazioni. A Foggia gli agenti di polizia hanno arrestato due persone che nel corso di un controllo nella loro abitazione sono state trovati 20 chili di materiale esplosivo, tra cui numerose bombe carta. Altri 40 chilogrammi di botti di fine anno sono stati trovati dai carabinieri ad Andria in un’autorimessa il cui proprietario è stato denunciato. Nel locale tra scaffalature e piccoli ripostigli sono stati trovati anche ordigni artigianali ritenuti estremamente pericolosi.