Tentato omicidio Rizzello, 4 arresti

SQUINZANO di Redazione AntennaSud

 

In manette i quattro presunti autori del tentato omicidio di Antonio Rizzello, pregiudicato 24enne di Manduria contro cui spararono da due auto in corsa a maggio dell'anno scorso. Viaggiavano con Rizzello la compagna incinta e i loro due bambini, di tre e cinque anni.

Nel mirino c'era il pregiudicato 24enne Antonio Rizzello, ma i killer non esitarono a sparargli mentre era alla guida della sua auto, in cui viaggiavano anche la compagna incinta, rimasta ferita, e i loro due figli di tre e cinque anni. Per quel tentato omicidio, avvenuto sulla provinciale che collega Torchiarolo a Squinzano nella notte fra il 13 e il 14 maggio dell'anno scorso, sono stati arrestati in quattro. I carabinieri di Campi Salentina, insieme ai colleghi del Nucleo investigativo del comando provinciale di Lecce e della compagnia di Brindisi, hanno eseguito oggi le quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere, firmate dal gip Cinzia Vergine. Le accuse sono di tentato omicidio aggravato e porto illegale di arma da fuoco.
La dinamica dell'agguato fu simile a quella dell'omicidio compiuto a Palagiano tre giorni dopo, quando furono ammazzati Mimmo Orlandi, la compagna Carla Fornari e il figlio della donna, di soli tre anni.
Il tentato omicidio di Rizzello, secondo la ricostruzione degli inquirenti, sarebbe maturato a causa di un presunto furto di cui i quattro aggressori lo ritenevano responsabile. Per punirlo lo avrebbero prima convocato in un bar di Torchiarolo e lì lo avrebbero picchiato selvaggiamente con calci e pugni. Nello stesso locale la compagna del pregiudicato sarebbe arrivata con una pistola in suo soccorso, per aiutarlo a mettere in fuga gli aggressori. Ma i quattro, per vendicare l'affronto, aspettarono la notte e spararono da due auto in corsa contro Rizzello e la sua famiglia. Fortunatamente, rimase colpita ad una spalla solo la donna, subito soccorsa e operata.