Presunto caso malasanità, indagati tre chirughi del Policlinico di Bari

BARI di Redazione AntennaSud

 

Indagati i tre chirurghi del Policlinico di Bari che tra settembre e ottobre 2013 operarono il 65enne Nicola Altamura. L'uomo morì a febbraio 2014 a seguito delle complicanze dei tre interventi subìti.

La Procura di Bari ha chiuso le indagini sulla morte del 65enne Nicola Altamura, ucciso da un'infezione dopo aver subìto tre interventi chirurgici in un solo mese, tra settembre e ottobre 2013. L'uomo morì il 3 febbraio 2014. Tre medici del reparto di Chirurgia del Policlinico di Bari sono indagati per omicidio colposo.

L'inchiesta della Procura è stata aperta dopo la denuncia della famiglia della vittima. Dalle cartelle cliniche, acquisite nel corso delle indagini disposte dal pm Ettore Cardinali, risulta che, durante l'interventi a cui il paziente fu sottoposto il 20 settembre del 2013, i chirurghi avrebbero causato "l'insorgere di una complicanza postoperatoria perforativa con conseguente peritonite".
Il 28 settembre Altamura fu nuovamente operato, ma gli sarebbe stata provocata "un'ulteriore perforazione della parete intestinale". Infine, l'8 ottobre, l'ultimo intervento, con ulteriori "perforazioni del segmento intestinale". L'uomo sarebbe morto a causa di una "importante condizione di sepsi locale e generale".