Cellino San Marco, il sindaco patteggia

BRINDISI   di Redazione AntennaSud

 

Patteggia una pena a tre anni e quattro mesi Francesco Cascione, l'ex sindaco di Cellino San Marco, nel Brindisino, accusato di avere capeggiato una associazione per delinquere che pilotava appalti e favori nei confronti degli imprenditori amici in cambio di tangenti: un terremoto che colpì il Comune a un anno di distanza dal commissariamento per mafia nell'aprile dello scorso anno. A seguito del patteggiamento, avallato dal gup Maurizio Saso con l'assenso del pubblico ministero Antonio Costantini, l'ex sindaco ha restituito 9mila 400 euro, ottenendo la revoca dei domiciliari dopo otto mesi. Oltre al sindaco-avvocato hanno patteggiato una pena a tre anni e otto mesi anche due ex componenti della giunta di centrodestra guidata da Cascione. Si tratta di Gianfranco Quarta, al quale era stata affidata la delega ai Servizi sociali, e Omero Macchitella Molendini, ex assessore al Bilancio. I tre amministratori sono finiti in manette il 10 aprile di uest'anno nel blitz messo a segno dai carabinieri e battezzato 'Do ut des'.

Scrivi commento

Commenti: 0