Trasporto faldoni dal Tribunale, non ci sono soldi per bollo e assicurazione

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

Lo Stato non aveva soldi per pagare il bollo e assicurazione a un furgone confiscato alla mafia perché venga utilizzato dalla magistratura e così il Tribunale di Bari ha chiesto ai carabinieri di mettere a disposizione un proprio camion. 

Ieri mattina un automezzo dell’Arma è arrivato nel cortile del Palagiustizia per caricare centinaia di faldoni e trasportarli nell’archivio del quartiere San Paolo. Nel settembre scorso era stata presentata al presidente vicario del Tribunale, responsabile del palazzo di via nzariantz, Francesco La Malfa, la situazione non più sostenibile dei corridoi degli uffici dibattimento, al secondo piano dello stabile. Cumuli di carta e faldoni di vecchi processi ormai conclusi occupavano i corridoi creando anche disagi per la sicurezza del personale. Così La Malfa aveva chiesto al ministero di usare per il trasporto di quegli atti un furgone che di recente era stato confiscato e che si trova attualmente in onerosa custodia giudiziale. Lo Stato cioè paga per il deposito del mezzo. Non ci sono però, secondo quanto hanno risposto dal ministero, i soldi per pagare bollo e assicurazione e così quel furgone non può essere utilizzato. A questo punto il presidente ha trovato un’altra soluzione, chiedere cioè ai carabinieri il favore di poter trasportare i faldoni con un loro camion.