Paparesta raffredda i cinesi e presenta Giancaspro

Bari  di Redazione AntennaSud 

 

Paparesta raffredda velocemnete l’entusiasmo di chi pensava che la società potesse finire nelle mani dei cinesi dopo la visita a bari di mister Cheng, emissario del gruppo Winston e presenta in conferenza stampa il nuovo socio Cosmo Giancaspro, il quale intende puntare sulla baresità del club preannunciando la realizzazione di un centro sportivo ad hoc. 

Non aspettiamo salvatori della patria perché qui non c’è da salvare nulla. La società con l’ingresso del nuovo socio ha le potenzialità per fare il meglio possibile per migliorare una situazione che è già ottima. Così ha commentato il presidente del Bari, Gianluca Paparesta, la trattativa con  la cordata interessata al club dell’emissario cinese Erman Cheng del gruppo Winston.  Non abbiamo bisogno di nessuno – ha aggiunto l’ex arbitro – ma se qualcuno vuole venire, e dimostra di avere risorse serie, non sarà la mia persona a diventare un ostacolo. Poi alcuni particolari sullo stato dell’interessamento cinese: Abbiamo un advisor per eventuali trattative, la Banca popolare di Bari. La banca ha parlato con questi signori: era prevista la presentazione delle credenziali dei potenziali investitori prima dell’arrivo dell’emissario, ma questi documenti non sono arrivati. Poi dovevano arrivare giovedì scorso o venerdi, ma mancano ancora, ha argomentato Paparesta. Infine il presidente ha raccontato come modello, l’iter seguito da Cosmo Giancaspro per entrare nel Bari con una quota del 5 per cento. Il nuovo socio è stato presentato punta sulla baresità e sul potenziamento delle infrastrutture del club, con l’ideazione e la realizzazione di un centro sportivo ad hoc. Il piano di investimenti è stato predisposto e il progetto farà del bene al territorio. Mi batterò – ha sottolineato Giancaspro – per mantenere la baresità di questa società con una proprietà del club di baresi e appassionati del Bari.