"No ai botti, sì ai biscotti", difendiamo Fido e Fufy

FOGGIA di Redazione AntennaSud

 

No agli spettacoli pirotecnici pubblici e privati. "No ai 'botti", un’usanza pericolosa per l’incolumità non solo degli animali domestici e selvatici ma anche per le persone». Questa la richiesta delle associazioni Enpa, Lav e Lipu. 

 

"Vietare spettacoli pirotecnici pubblici e privati nei quali sia previsto l’utilizzo dei 'botti", un’usanza pericolosa per l’incolumità non solo degli animali d’affezione e selvatici ma anche per le persone». Questa la richiesta di Enpa, Lav e Lipu ai Sindaci che ancora non hanno preso posizione in merito. Sottolineando «i gravi rischi per gli animali e per l’incolumità pubblica», come «testimoniano peraltro i consueti bollettini di guerra», le tre associazioni esortano l’Anci affinchè inviti i primi cittadini a emanare un’Ordinanza che vieti l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale. 

«Ogni anno - spiegano - i centri di recupero delle associazioni soccorrono decine di uccelli che, spaventati dai botti e volando all’impazzata, finiscono per urtare contro vetrate, cavi, palazzi; per non parlare poi degli esemplari trovati per strada ormai privi di vita. Tra loro anche uccelli e rapaci che vivono in ambienti urbani». 

Enpa, Lav e Lipu ribadiscono che «neanche i cani e i gatti sono al sicuro, perchè molti animali d’affezione possono accusare infarti e malori dovuti alla paura dei botti». In Puglia la Dauniaveg di Foggia ha postato una serie di fotografie con protagoniste cani e gatti accompagnati da cartelli per disincentivare la pratica del botto di Capodanno. Al grido di “no ai botti, sì ai biscotti”, il gruppo vuole sensibilizzare i concittadini, anche attirando l’attenzione del Sindaco, affinché vieti o limiti questa pratica. Nel frattempo, è utile ricordare qualche buona norma per rendere la notte di San Silvestro meno gravosa per Fido e Fufi. Innanzitutto, è bene mantenere il cane e il gatto in casa, in questo modo, infatti, si eviteranno fughe non preventivate. Si chiudano persiane e tapparelle e, se possibile, si renda disponibile una piccola cuccia ricolma di coperte, dove l’animale potrà essere al sicuro. Una buona idea potrebbe essere quella di lasciare accesa la TV o la radio su un volume medio, non fastidioso, affinché i botti si mimetizzino con i suoni provenienti dagli apparecchi.