Bari, condannati due giovani per stupro

BARI di Redazione AntennaSud

 

Prima il tentativo di scippo, poi lo stupro. Due giovani sono stati arrestati e condannati a Bari per la violenza nei confronti di una infermiera avvenuta per strada a maggio scorso.

 

Prima tentarono in due di scipparla e poi uno di loro l’avrebbe violentata. Il gup del Tribunale di Bari Marco Galesi ha condannato a 3 anni di reclusione il ventenne Giuseppe Vavalle per i reati di tentata rapina e violenza sessuale, alla pena di 2 anni e 4 mesi il 22enne Nicola Pontrelli, imputato per la tentata rapina. Il giudice ha inoltre riconosciuto il risarcimento danni, da quantificarsi in separato giudizio civile, nei confronti della vittima e dell’associazione Giraffa. 

L'episodio risale all'alba del 18 maggio 2015. La donna stava andando in ospedale, dove lavora come ostetrica, quando fu avvicinata da due ragazzi a bordo di un'auto. Uno dei due, Vavalle, scese dalla macchina aggredendo la vittima alle spalle nel tentativo di strapparle la borsa. Circostanza che entrambi gli imputati hanno confessato. 

Stando alla denuncia e alle indagini coordinate dal pm Bruna Manganelli, l’avrebbe poi fatta cadere colpendola con calci e pugni per poi stuprarla. Ad incastrare i due, ripresi a bordo dell’auto, ci sono i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona e le testimonianze di alcuni cittadini. Furono arrestati a giugno dalla polizia. Vavalle è ancora detenuto in carcere, mentre per Pontrelli il giudice ha disposto la pena sospesa e quindi la scarcerazione.