Ta: Stefàno alla festa con la pistola, assolto

TARANTO di redazione AntennaSud

Festeggiava la sua rielezione a primo cittadino di taranto, ma nella cintola dei pantaloni aveva una pistola. Per questo Ippazio Stefano fu indagato, ma il giudice monocratico di Taranto, Vita Lavecchia lo ha assolto. 

Assolto «perché il fatto non sussiste». Il giudice monocratico di Taranto, Vita Lavecchia ha assolto il sindaco del capoluogo jonico Ippazio Stefano dall’accusa di porto d’arma da fuoco in luogo pubblico in relazione a un episodio avvenuto il 21 maggio del 2012. Il primo cittadino, in possesso di un regolare porto d’armi, fu fotografato mentre brindava alla sua rielezione a primo cittadino per il centrosinistra in un comitato elettorale: dalla cintola dei pantaloni spuntava una pistola. Quella foto, pubblicata dalla stampa, provocò grandi polemiche. Il pm Marina Mannu aveva chiesto la condanna a un anno. Stefano, difeso dagli avvocati Carlo e Claudio Petrone, ha sempre detto di aver portato la pistola con sé perché aveva subito numerose minacce e, nei giorni precedenti, era stato pedinato e accerchiato da alcune persone sotto la sua abitazione.