Il Natale dei bambini di Chernobyl, a Bari saranno ospiti delle famiglie per un mese 

BARI   di Redazione AntennaSud

 

Sono più di 200 i bambini bielorussi che da domani saranno ospiti delle famiglie baresi per circa un mese: si tratta di ragazzi che vivono nelle aree contaminate dal disastro nucleare di Chernobyl e che qui vengono per un periodo di risanamento. 

Per il Gruppo di accoglienza Bambini Bielorussi l’emozione più grande è il sorriso dei piccoli che appena scendono dall’aereo corrono ad abbracciare le famiglie che li ospitano. Molti di loro sono orfani e per questo in provincia di Bari ne hanno adottati finora più di 250. Tanti bambini hanno patologie alla tiroide o in molti casi la leucemia: purtroppo gli strascichi lasciati da Chernobyl sono terribili. Ma vari studi hanno evidenziato che soggiornare anche per breve tempo in zone non contaminate, e alimentarsi con cibi privi di radionuclidi, permette di ridurre fino al 50 per cento la radioattività assorbita dai bambini diminuendo il rischio di essere colpiti da tumori e leucemie. Domattina all’aeroporto di Bari arriverà il primo volo charter dalla Bielorussia con 150 bambini, mentre il 23 dicembre ne atterreranno agli 70 per trascorrere il Natale nelle famiglie socie che si autotassano. Anche in un momento come questo di particolare crisi, le famiglie sostengono volentieri le spese di viaggio e la permanenza dei bambini. Il gruppo di accoglienza sostiene anche progetti di ristrutturazione degli orfanotrofi e per la costruzione di strutture di risanamento in zone meno contaminate della Bielorussia, per quei bambini meno fortunati che non possono soggiornare in Italia.-