Uguaglianza e pari opportunità, al Ciheam di Bari protagoniste le donne africane  

BARI  di redazione AntennaSud 

 

Protagoniste silenziose, le donne africane costituiscono il 70 per cento della forza agricola del continente; producono l’80 per cento delle derrate alimentari e ne gestiscono la vendita. Numeri importanti ma non sufficienti a raggiungere l’uguaglianza dei diritti tra uomini e donne. L’impegno delle Donne africane delle zone rurali è stato raccontato alla Camera di Commercio nel convegno “Donne d’Africa e del Sud”, organizzato dal CIHEAM di Bari. 

 

Donne d’Africa e del Sud, al centro del dibattito l’imprenditoria femminile e l’artigianato che è stato possibile ammirare in una mostra-mercato allestita per l’occasione  e le difficoltà che ogni giorno incontrano le donne, soprattutto nelle aree rurali, in termini di accesso alle risorse produttive, ai mercati e ai servizi, ma anche come lo sviluppo dei progetti di cooperazione internazionale, di formazione e la creazione di piccole e medie imprese o cooperative femminili possano, in molti casi, avere delle ricadute dirette su intere comunità rurali e sull’economia di un Paese. All’incontro organizzato dal Ciheam di Bari in collaborazione con Camera di Commercio, Comune di Bari e Confindustria  hanno preso parte, tra gli altri, Marco Claudio Vozzi, ministro plenipotenziario della direzione generale per i Paesi dell’Africa sub-sahariana del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, rappresentanti istituzionali, imprenditrici e i rappresentanti dell’Ambasciata Somala e Angolana a Roma.