Teatro, in scena a Taranto la "Comedìa"  del Sommo Poeta

TARANTO  di redazione AntennaSud

 

Una rappresentazione molto originale quella messa su a Taranto, dove a 750 dalla nascita, il Sommo Poeta Dante Alighieri è stato celebrato dal regista Alfredo Traversa e da attori alla loto prima esperienza che hanno portato in scena “Comedìa”. 

Un uomo piange da solo, al centro del palcoscenico. Inizia così “Comedìa” di Alfredo Traversa, la fase finale di un laboratorio sulla Divina Commedia che si è tenuto all’auditorium Tarentum del capoluogo jonico. Venticinque attori, tra i quali molti alla prima esperienza, hanno dato corpo e voce ai versi più famosi del Sommo Poeta. Una maniera per ricordare lo scrittore italiano più noto al mondo a distanza di 750 anni dalla sua nascita. Dallo smarrimento alla ricerca della serenità interiore, il viaggio di Dante diventa attuale e prende vita attraverso il viaggio dell’umanità nelle varie fasi storiche e personali. Tutti sulla stessa barca verso la stessa meta. Comedìa, titolo originale voluto dallo stesso autore Durante di Alighiero degli Alighieri, nell’allestimento di Traversa è stato arricchito dai versi in lingua tarantina dello scrittore Claudio De Cuia.