"Rum & Cioccolato"  scalda il Natale a Triggiano   

TRIGGIANO  di Onofrio D'Alesio

 

Ci vuol poco per esser felici. E allora metti un pezzo del corso principale chiuso al traffico della domenica con le vetrine scintillanti, metti una band che dà forza e anima alla musica, metti una passerella con una sfilata di moda, infine metti un artista con la a maiuscola, che unisce musica, canto e tanta comicita' come Renato Ciardo. Il gioco è fatto quando su tutto domina il rum e il cioccolato fondente. E’ successo ieri sera a Triggiano con la terza edizione di “Rum e Cioccolato”.  

 

Il rum ha il potere di aggregare e di unire, mentre l’intensità del cioccolato fondente ti rimane in  bocca,  lasciando al palato morbidezza ed eleganza. Provate per una volta nella vostra vita uno dei migliori connubi di quello che da secoli è considerato il cibo degli dei. Più  cacao c’è, più il risultato sarà particolare per intensità e morbidezza che accarezzeranno il vostro palato. E allora accade che a Triggiano, in una pungente serata di dicembre ti viene in mente che il vecchio proverbio dell'unione che fa la forza rende  l’accoppiata vincente, uno di quei matrimoni rari in cui non vi sara' mai divorzio. Fra gli ingredienti della terza edizione di Rum & Cioccolato, mettici l'allegria e lo spirito della festa in uno spettacolo nato per gusto ed entusiasmo, il piu' e' fatto. Un mix che ha regalato una di quelle serata da infiocchettare sull'albero di Natale. Di quelle serate in cui il pensiero di trovarti in un paese avaro di cultura, che avrebbe bisogno di ritrovare se stesso, non ti sfiora neanche. Il pubblico supera la timidezza sotto le note trascinanti della 20th century band e quando un’artista a tutto tondo come Renato Ciardo t’invita sul palco in un improbabile sketch canterino non te lo fai ripetere due volte. Lui istrionico come sempre in gag musicali e nelle colorite trasposizioni dal francese al barese, con un repertorio di puro divertimento. Tutto questo, realizzato senza un quattrino di contributi pubblici, affidato ad un gruppo di audaci e volenterosi commercianti triggianesi, evitando sul palco stanche apparizioni istituzionali e sonnolenti riti autocelebrativi. Un giusto successo di pubblico ben incappottato  per la circostanza che ha celebrato "Rum e Cioccolato", manifestazione poliedrica distante dalla sagra paesana. Più che azzeccato  lo spettacolo scivolato via  come un cicchetto,  in una perfetta miscela composta da musica e moda, risate e  gastronomia,  la cui regia affidata al Caffe' Sospeso ha confermato  gusto e ricercatezza.