Oria (Br), non furono comprati voti in cambio di buoni benzina

ORIA (BR) di redazione AntennaSud


Sei persone sono state assolte dall'accusa di corruzione elettorale per la presunta cessione di buoni benzina in cambio di voti per le elezioni comunali del 2011.

Le indagini dei carabinieri di Francavilla Fontana, per cui si è celebrato il processo, erano state avviate sulla base di un esposto anonimo. Metrangolo, che era risultato il candidato più suffragato della sua coalizione, è un militare della Guardia di Finanza. Le difese hanno sostenuto che non fosse possibile attribuire a nessuna fra le persone coinvolte la titolarità e l'utilizzo dei buoni carburante da 10 euro. Il fatto, dunque, secondo il giudice monocratico di Brindisi, non sussiste. Sei persone, tra cui l'ex presidente del consiglio comunale di Oria, nel brindisino, Antonio Metrangolo, sono state assolte dall'accusa di corruzione elettorale per la presunta cessione di buoni benzina in cambio di voti per le elezioni comunali del 2011 ad Oria.