Corato, giovane partorisce in minimarket

CORATO (Ba) di redazione Antennasud

Una giovane di 25 anni partorisce nel bagno di un supermercato a Corato, nel Barese. Il bambino sta bene, ma emergono particolari che metterebbero in ombra la situazione della giovane mamma. Sul posto carabinieri e personale del 118. 

Nella storia della neo mamma, di Corato che ha partorito questa mattina nel bagno di un supermercato, emergono luci e ombre. È infatti al vaglio dei carabinieri la posizione della  ragazza di 25 anni. Al momento l'unica certezza è che il bambino venuto alla luce sta bene. Lo confermano i medici dell'ospedale Umberto I, i quali però non si sbilanciano. La presenza dei carabinieri e di uno staff di psichiatri nel reparto di Ostetricia e ginecologia alimenta il sospetto che la mamma si sarebbe voluta disfare del neonato forse addirittura gettandolo nel water, come riferito da alcuni testimoni che hanno assistito alla scena. 

Anche la proprietaria del negozio, Anna Maldera, che è stata tra le prime a scorrere la ragazza e a chiamare aiuto dichiara che la ragazza non voleva tenerlo. "Ha chiesto che lo portassimo via perché non lo voleva, era agitata, quasi temesse la reazione dei genitori o di qualcun altro. Le ho spiegato di riflettere, ha implorato che andassi con lei in ospedale, poi sono arrivati gli operatori del 118 e l'hanno portata via".  Una delle responsabili della postazione del 118, Marianna Tarantini, non si esprime circa la possibilità che la 25enne volesse disfarsi del neonato, ma conferma l'esistenza di indagini in corso da parte dei carabinieri. I quali spiegano di aver informato il magistrato di turno alla Procura di Trani, Alessandro Pesce, e allertato i servizi sociali del Comune di Corato.