Processo Escort, Began all'udienza finale: "Ho amato Berlusconi"

BARI, 9 NOVEMBRE 

Un colpo di scena sui titoli di coda del processo escort in corso a Bari, una confessione spontanea rilasciata fra le lacrime. Così Sabina Beganovic, in arte Began, in total black per l’occasione, si è rivolta ai giudici di Bari, nell’udienza che mette la parola fine al processo per lo scandalo delle notti nelle residenze dell’ex premier Silvioi Berlusconi. “Ho amato tanto quest’uomo e avrei fatto qualunque cosa per lui”, ha dichiarato Began, presenza immancabile ai famosi party berlusconiani. Parole pronunciate fra le lacrime. Ed ha aggiunto: “Berlusconi era un uomo meraviglioso, fantastico. Per me è stato prima un fidanzato poi come un padre”.

La cosiddetta “ape regina” è imputata insieme ad altre sei persone, tra cui l’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini (anch’egli in aula oggi), con le accuse di reclutamento, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Began e Gianpi Tarantini hanno deciso di rendere dichiarazioni spontanee.

A seguire, le arringhe difensive dei loro avvocati e del legale di un altro coimputato, Massimiliano Verdoscia, accusato con Tarantini anche di associazione per delinquere.

ONOFRIO D'ALESIO                                                                                                    GUARDA IL VIDEO

RIPRODUZIONE RISERVATA


O